Direttiva europea polli da carne: le norme minime

La DIRETTIVA 2007/43/CE DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 stabilisce le norme minime per la protezione dei polli allevati per la produzione di carne (broiler).

Secondo la direttiva, nei locali di stabulazione la concentrazione di ammoniaca non deve superare i 20 ppm e quella di anidride carbonica i 3000 ppm per gli allevamenti con densità superiore a 33 Kg/mq.

Gli altri parametri della direttiva europea polli da carne

La normativa considera anche altri parametri. La temperatura interna, ad esempio, non deve superare di più di 3°C quella esterna quando quest’ultima è inferiore ai 30°C all’ombra; e l’umidità relativa media non deve superare il 70% in 48 ore quando la temperatura esterna è inferiore a 10°C e l’illuminazione è pari a 20 lux.

Sono molti i parametri ambientali che l’allevatore deve tenere sotto controllo e conciliare con la produttività ed i costi di gestione (es. riscaldamento, ventilazione, estrazione). 

Dall’ottimizzazione di questi parametri si può ottenere un grande vantaggio produttivo, risparmiare sui costi, evitare errori e soprattutto preservare il benessere degli animali.

Leggi anche: Cinque Libertà per la tutela del benessere animale

Lo sapevi che monitoriamo oltre 30 parametri con i nostri dispositivi?

Temperatura, Umidità, Anidride Carbonica, Ammoniaca, Polveri (PM 10, PM2.5), VOC, Pressione barometrica, Ozono, THI, Metano, Monossido di Carbonio, Rumore, Luminosità, Acido Solfidrico, consumi elettrici ed idrici sono solo alcuni dei parametri misurati dal nostro sistema integrato. 

Scopri di più e inizia a monitorare il tuo allevamento.

Scroll to top
WhatsApp WhatsApp +39 010 93 50 413